lunedì 23 dicembre 2019

Sovente le persone in sovrappeso hanno un cattivo rapporto con il cibo.......


Questo "rapporto malato" con il cibo viene spesso trasferito verso i figli e verso gli animali PET ospitati in casa, tanto da poter notare sempre più spesso cani e gatti obesi, l'industria mangimistica, che non si fa mai trovare impreparata alle "mode" è corsa ai ripari da tempo  proponendo diete light per i nostri beniamini "pelosi".

Anche i pappagalli PET che vivono nelle nostre case non sono  indenni a questo problema, un articolo in lingua inglese molto interessante lo troviamo sotto:

SPACCIARE.........
 per socializzazione il comportamento del "far assaggiare" le nostre pietanze in un modo troppo ricorrente ed abitudinale dai nostri piatti i pappagalli che vivono con noi, se è vero che rafforza il rapporto sociale è altrettanto vero che anche se in piccole quantità, a lungo andare possono creare problemi alla loro salute, a questo punto se vogliamo interagire e socializzare con loro attraverso il cibo, meglio proporre della frutta oppure degli alimenti a loro destinati.



Un video non recentissimo, ma sempre attuale da vedere o rivedere può essere questo:



Ricordiamoci sempre che non esiste una dieta uguale per tutti, ma ogni essere vivente ha una sua dieta ottimale, uno strumento che vi può aiutare a trovare il peso corretto del vostro pappagallo PET
è la bilancia.



Buon Volo

venerdì 20 dicembre 2019

Ricordate il Raduno al Lago di Iseo nella località di Lovere?


Grazie all'interessamento di un nostro associato che abita appunto a Lovere

il Comune ci ha concesso uno spazio permanente
per esporre una nostra locandina.

Un Raduno che 
L'associazione Pappagalli in Volo
proporrà sicuramente negli anni a venire.

GRAZIE.



giovedì 19 dicembre 2019


Gli uccelli come vedono il Mondo rispetto a noi umani?





Articolo tradotto:


Per molti anni, le persone non erano a conoscenza di come gli altri animali vedono. Recenti ricerche scientifiche hanno rivelato un fantastico mondo di diversità visiva in tutto il regno animale. Ad esempio, il cervello di una libellula lavora così velocemente che vede movimenti al rallentatore, i serpenti raccolgono segnali di calore a infrarossi da oggetti caldi, rilevando così le loro prede, mentre cavalli e zebre hanno gli occhi puntati lateralmente, consentendo loro di avere una visione periferica e sfuggire al pericolo quando necessario. Inoltre, gli insetti usano occhi composti da migliaia di minuscole lenti che sembrano un motivo a nido d'ape. Pertanto, non sorprende che gli animali siano diversi nella loro visione, ma una specie nel regno animale spicca di più: gli uccelli.


Gli uccelli sono creature bizzarre quando li guardi davvero. Ad esempio, sapevi che i pinguini riconoscono solo i sapori salati e acidi? O che gli uccelli Palila, originari delle Hawaii, si nutrano dei semi della pianta di Mahane, che contengono un livello di tossine che ucciderebbero facilmente qualsiasi altro piccolo animale? O che si ritiene che i piccioni siano i migliori nella rilevazione del colore rispetto a qualsiasi animale sulla Terra e siano spesso utilizzati nelle missioni di ricerca e salvataggio? Vari uccelli hanno diversi superpoteri e modi diversi di manipolare le proprie sensazioni, ma una cosa è vera per la maggior parte degli uccelli: la loro visione è più altamente specializzata rispetto agli umani.
Il grafico confronta la gamma spettrale umana con quella dell'uccello. Poiché gli uccelli sono tetracromatici, vedono quattro colori: UV, blu, verde e rosso, mentre noi siamo tricromatici e possiamo vedere solo tre colori: blu, verde, rosso. Ricorda che il "colore" UV magenta mostrato qui è stato scelto per renderlo visibile per noi umani, è un "colore falso", poiché per definizione la luce UV non ha colore.
Joe Smith, un ornitologo, spiega che gli uccelli hanno la straordinaria capacità di vedere un intero spettro di colori che sono invisibili per noi, persone. Nel 2007, gli scienziati, con l'aiuto di uno spettrofotometro, hanno analizzato i colori di 166 specie di uccelli canori nordamericani che non avevano un'apparente differenza fisica tra i sessi. Dal punto di vista umano, nel 92% delle specie, sia i maschi che le femmine sembrano identici. Tuttavia, lo studio ha dimostrato che questi uccelli hanno colori semplicemente non rilevabili dal nostro occhio per cui differenziano i loro sessi.
Quindi, ad esempio, la Chat dal petto giallo maschile ha un seno giallo (abbastanza ovvio), ma i suoi potenziali compagni o rivali vedono anche piume ultraviolette sul petto che lo distinguono dalle femmine della specie. La teoria è stata ancora una volta dimostrata in un altro studio in cui gli scienziati hanno messo in relazione Chat maschio e femmina tassidermizzate in natura per vedere come avrebbero reagito le loro controparti viventi. I maschi rimasero fedeli alla loro natura territoriale e attaccarono quelli imbalsamati di sesso maschile e provarono a conquistare le femmine tassidermiche. Quindi, ovviamente, stavano vedendo qualcosa che i ricercatori non potevano.

domenica 15 dicembre 2019

Grazie
Thank You
Gracias
Dank
благодаря

Ti ringrazio.........

Ti ringrazio per un semplice motivo mi stai dando importanza......

Chi parla bene di me
Chi parla male di me
Chi mi odia 
mi sta dando una certa importanza perchè l'atteggiamento neutro non è l'odio, ma l'indifferenza.

Nel momento in cui qualcuno parla di me mi sta donando importanza, un certo peso o perlomeno lo stanno dando all'interno della loro concezione, della loro esperienza, della loro Vita.

Chi parla male, pensa male,  vive male.

Grazie Sergio
Grazie Antonio

Buone Feste.



Le parole hanno un peso



giovedì 12 dicembre 2019

L'autore insiste a non capire aggrappandosi a dei vetri ormai consumati per il continuo  aggrapparsi e scivolare...aggrapparsi e scivolare a conferma che NON cita nelle fonti Wikipedia andrò di seguito a postare tutte le pagine del libro nel quale lui riporta le fonti.........




L'autore in difesa al suo "bestseller al rovescio"si gioca  sempre la solita carta: offendere, sminuire, il chiacchiericcio con l'obiettivo di sviare l'argomento.
Il risultato ovviamente rimane pessimo 

Di seguito alcune recensioni visibili sul web:




A voi la decisione.

Buon Volo.


La moda dei libri "COPIA E INCOLLA".......


https://informarexresistere.fr/libri-copia-incollati-da-wikipedia/?amp

Quando si crede d'avere partorito un testo specifico e poi chi legge scopre che....


A sinistra Wikipedia a destra pagina 43 del testo.



                                             A sinistra Wikipedia a destra pagina 45 del testo.


E così prima e uguale dopo delle pagine citate di copia/incolla e foto prese qua e la dal web.....


Nei riferimenti e fonti non è citata Wikipedia come potrete notare.....

Wikipedia riporta quanto segue.......


L'autore del libro "scopiazzato" da Wikipedia è ovviamente in bella compagnia.....




Si può serenamente scrivere che.....

 Il "testo specifico" dichiarato dall'autore  è 

 specificamente una "boiata"

Per Natale i vostri "eurini"investiteli in letture
più specifiche ed originali.

buon volo.

mercoledì 11 dicembre 2019

Una delle poche recensioni del libro che tutto sommato è un pò positiva, potete trovare  quasi tutto il materiale del libro facendo una semplice ricerca su Google e in Wikipedia.




IN PUNTA DI PENNA: 
CONSIGLI DI LETTURA SOTTO L’OMBRELLONE
Sergio Giovannetti, Il pappagallo, un compagno per la vita. Educare i proprietari alla corretta gestione e interazione, Lampi di Stampa editore, 2015
"Filosofia del Pappagallo.
Se mi piace è mio.
Se ce l'ho nel becco è mio.
Se posso portartelo via è mio.
Se ce l'avevo qualche minuto fa è mio.
Se è mio, non deve mai dare l'impressione di poter essere tuo.
Se lo sto masticando, tutti i pezzetti sono miei.
Se sembra mio è mio.
Se l'ho visto prima io è mio.
Se ci stai giocando e lo metti giù diventa automaticamente mio.
Se credi di essere tuo, ti sbagli, perché sei mio, e lo sarai per sempre.”
L’autore di “Il pappagallo, un compagno per la vita. Educare i proprietari alla corretta gestione e interazione” è Sergio Giovannetti, Presidente dell’Associazione Culturale Ornitologica,fautore dell’Anagrafe volatili e appassionato di animali esotici.
Sicuramente l’amore per i pappagalli traspare nel suo intento di pubblicare un testo divulgativo contenente un accenno a molteplici aspetti che riguardano l’acquisto, la gestione e la cura di questi splendidi animali, ma che tutto sommato si possono trovare anche negli altri testi recensiti, in modo più completo e gratuitamente su siti di settore o sulle enciclopedie online a contenuto libero. Vista l’esperienza pluriennale che l’autore dichiara nella prefazione, ci si aspetterebbe qualcosa di più originale ma nel complesso il libro si presta ad una lettura non impegnativa di cui va sicuramente premiato lo sforzo di produrre un accessibile bagaglio di accenni informativi sulla gestione dei nostri compagni alati, puntualizzando che in commercio si trovano testi più completi. Il libro pur maneggevole e compatto, presenta una stampa tipografica di tipo amatoriale che mostra la mancanza di un correttore di bozze e di un editore che purtroppo l’ha esposto alla pubblicazione di un testo in cui compaiono errori grossolani di stampa e concetti ripetuti; anche l’apparato illustrativo risulta di qualità mediocre a causa delle immagini a volte sgranate.
Interessante e curiosa, invece è l’introduzione a cura di Davide Celli, figlio del celebre Giorgio entomologo ed etologo scomparso nel 2011 che premia la buona volontà di un appassionato che a livello amatoriale sta seguendo il suo percorso di gestione dei pappagalli. Lasciamo al lettore la facoltà di decidere, paragonando vari testi divulgativi quale sia la migliore strada da seguire per vivere al meglio la relazione con il proprio compagno volante.

martedì 10 dicembre 2019

In piazza o nei Social nulla cambia
alla fine
le persone si riuniscono sulla base di ciò che 

SONO.




sabato 7 dicembre 2019


Ancora meme di tale spessore girano tra gli smartphone degli italiani.......
Poveri noi italiani dovremo essere proiettati
verso il multietnico
verso il diverso, verso la voglia di scoprire
e conoscere cose nuove per migliorarci.
Pensare europeo
sono certo farebbe bene a quelle persone
che ancora vivono nel pettegolezzo del
"sotto il campanile".

Buon Volo


venerdì 6 dicembre 2019

Quando un tempo i malati erano curati il mondo era migliore........

Deve avere qualche problema se il suo primo pensiero al mattino sono io, ma è ovvio che a leggerlo si capisce che le sinapsi non funzionano.....

Un pappagallo, una Grande Ara di taglia XXXXL quante mandorle brasiliane alla volta può tenere in una zampa?


Lui è...
 ma chi lo segue, commenta sotto
che è?
Povero Facebook direbbe nonna.



giovedì 5 dicembre 2019

Chi dice 
la verità, perde
le persone.






Umiliare gli altri non ti rende più forte,
ma più miserabile.



Dopo la prima
BUGIA
tutta la verità si
trasforma in 
DUBBIO.


Lividi Percosse ....e gran segoni




Solo chi è violento o  bugiardo vede in questa foto sgranata un livido, ma chi ci crede è veramente un babbeo.


 I pappagalli mangiano con il becco, a volte lo sporcano  con la frutta che rompono, se vivono 
in voliera possono scendere a terra e sporcarsi il becco di terra. 

Avete mai pensato che una macchia sgranata può essere qualsiasi cosa?
Avete mai pensato che la cosa più intelligente da fare è sempre pensare con la vostra testa e non con la testa vuota e malata di una terza persona?

Nella seconda foto ci sono due Chloroptera Mia&Steel uno dei due e lo stesso pappagallo della prima foto.

Sono certo che il Grande Mago Telma scriverà che questa Ararauna (Ax) è in FREEZING.....
anzi è stato percosso perchè ha dei lividi rossi sulla guancia, la pupilla stretta quindi in freezing dalla paura......


Altre percosse, narice rossa, pupilla stretta, quindi tanta tantissima paura .......

Si possono sparare tante stupidaggini sui Social, ne leggiamo tutti i giorni, alcuni poi sono veramente esperti nel taroccare foto, news, articoli......lo fanno per lavoro altri per passare il tempo in attesa venga ora di prendere la "pastiglietta" per dormire.

Da una foto raffigurante solo l'occhio capire se un pappagallo è in freezing è impossibile.


SE AVETE DEL TEMPO DA INVESTIRE SUI SOCIAL INVESTITELO BENE

Quando si porta a casa una vittoria la colpa è della legge fatta male......

Ma non è proprio così.
 Sono anni anzi decenni che girando l'Europa per lavoro mi vengono controllati i documenti dei miei pappagalli, non solo viene controllato il tipo di alimentazione, le quantità, la gestione nel suo insieme, il piumaggio, i controlli veterinari fatti nel tempo, farmaci  che hanno assunto per passare positivamente il controllo, ma molto altro ed è evidente che se l'ultimo controllo avuto dai Carabinieri Forestali CITES di Pavia in collaborazione al "Settore Benessere Animale" di Voghera è  stato trovato tutto come si doveva trovare.

Ovviamente  non sono usciti così giusto per farsi un giro  tra le paludi della splendida Lomellina, ma sono stati inviati dalla Procura della Repubblica e la motivazione è ovvia a tutti, personalmente fa solo piacere che siano usciti, e per quanto mi riguarda possono uscire tutte le volte che lo vorranno non troveranno mai nulla da segnalare.

Una cosa mi preme dirvi.....

come disse qualche giorno fa il Premier Conte argomentando su Salvini:
“che mi quereli , e poi io lo  denuncerò per calunnia”.


Se lo può fare lui lo posso fare pure io.


mercoledì 4 dicembre 2019










C'è chi nasce 

C'è chi muore

C'è chi rimane per mandare fulmini, dimenticandosi che è qua per pura fortuna,  ma non avendo capito il valore della Vita....
 sarebbe stato meglio fosse ........

martedì 26 novembre 2019


MJA cronistoria di una giovane Amazzone Fronte Blu, nata in Italia, espatriata nella "Svizzera Tedesca". 

Il suo "compagno-umano" non la voleva vedere chiusa in casa, in gabbia, ma libera di volare come dovrebbero fare tutti gli uccelli da questo desiderio inizia il percorso di volo di Mja.

Nel video vediamo i vari passaggi, i primi esercizi in casa, poi in esterno, le prime ansie, le prime paure.......
e poi i voli che gli confermano che quella volta aveva fatto la scelta migliore per Mia.

Buon Volo piccola Mja.






VIDEO

lunedì 25 novembre 2019

Molti mi scrivono come sta Kirù.




Dopo il tomentone agostano “IO STO CON KIRU’ “ ciò che a me importava era ed è la serenità di Kirù, molti di voi mi hanno scritto in privato per avere info, ragguagli sullo stato di salute di Kirù, forse anche a causa del grande e fastidioso quanto inutile chiacchiericcio  agostano attorno alla mia “Rossa”.



Kirù è viva in barba alle previsioni di una morte imminente e certa, Kirù sta bene, molto bene e piano piano si sta rimpiumando, ma sopratutto ogni giorno di più sta costruendo un rapporto con il suo compagno di voliera Kia.


A voi un pò di foto......





domenica 24 novembre 2019

Che tragedia.....







“Alfredino” risulti essere pure simpatico, quando ti leggo, mi ricordi le barzellette dei “carramba”......
Sta sereno non sei riuscito a farmi diventare matto non ci sono riuscite situazioni ben più complicate figurati se ci riesci tu nell’opera di “Bloccaggio sul Social, vedi........ per mia fortuna il Social non è la Vita reale.





Paolo carissimo, l’unico di sconfitto sai chi è?
Il Grigio che hai perso per avere avuto la saccenza di credere di essere in grado a mettere in volo un  pappagallo. 
Perso giusto? Mai più trovato vero? 
Guarda caso la notizia è stata insabbiata come la testa di uno struzzo dinanzi al problema, in questo caso la paura di ammettere davanti ai Social che sai solo parlare e scrivere cose che non sai fare perchè i due pappagalli  che volano è grazie al mio percorso se volano, ma sono certo che ci sia un ulteriore problema per il  quale sei stato muto muto o meglio “schiscio”.
GIUSTO?
E il pullone di Ararauna che hai riportato in  allevamento magicamente?

CARISSIMO QUANTE SCONFITTE NELL’ARMADIO NASCOSTE COME SCHELETRI...






UNA TRAGEDIA 

Una persona che per mesi si è dichiarata ufficiale delle Fiamme Gialle per dare un valore aggiunto alla sua immagine (complice il marito) dinanzi a persone che veramente valgono per onestà, sincerità e professione, ha lo stesso valore di ciò che produco io al mattino dopo la colazione.



CHE TRAGEDIA, la vera tragedia è che persone come voi ancora hanno il coraggio di scrivere sui Social, pensare e credere di avere ancora un valore e una credibilità   social....

CHE TRAGEDIA


sabato 23 novembre 2019

Buongiorno amici

da un pò di tempo sono abbastanza schifato dal Social in generale,  sono anche cosciente però che molti di voi ho avuto modo di conoscervi proprio attraverso il Social, questo strumento potente spesso usato in  cattivo modo.
Qualche giorno fa a seguito di un post inserito in Facebook, un post per nulla offensivo, ma segnalato all'algoritmo di questo Social  ho subito un blocco, stop che ritengo scorretto a fronte di tutto ciò che passa e si vede regolarmente sui social in generale e in modo specifico su Facebook.

La Vita non è in Facebook, la Vita è guardarsi in faccia, attraverso un confronto sincero, schietto, onesto non attraverso questi giochetti del 

TI SEGNALO QUEL POST PERCHE' COSI' TI FARO' ARRABBIARE

AL MOMENTO HO UN BLOCCO pertanto in ogni caso NON posso scrivere sul mio profilo, non posso postare foto e video dei miei pappagalli, ma quando il blocco finirà non userò Facebook come strumento Social per rimanere in contatto con tutti voi che mi seguite, ma continuerò a scrivere sul blog personale  e se vi farà piacere attraverso  WhatsApp  con "broadcast" vi invierò il link dell'articolo postato sul blog.

Siate sinceri con me........



se l'invio vi crea problemi vi da fastidio non sarà un problema per me
sarà sufficiente che mi contattiate in privato e verrete tolti dal gruppo di invio.

Se vi fa piacere e riterrete che il contenuto del link è di vostro gradimento potrete condividere sui vostri social il link .


BUON VOLO A TUTTI

In un contenitore Social come Facebook dove si vedono foto di nudo regolarmente, post più o meno violenti con un linguaggio spesso da "scaricatore di porto" violenze a persone, animali,  e tutto passa per "NORMALE"...

non passa all'esame dell'algoritmo come un normale   post questo scritto:

"Venerdì 22 novembre per chi mi vorrà conoscere stringermi la mano, offrirmi un caffè, confessarsi, insultarmi vis a vis (non per i leoni da tastiera)proporsi per una notte hot....picchiarmi. Sarò alla Mostra Ornitologica Di Reggio Emilia.

Viene bloccato ed esaminato per poi avere questo esito:


Il post NON rispetta gli standard della community in materia di nudo o attività sessuali

bene ne prendo atto.

Ne prendo atto, ma sopratutto utilizzerò altri strumenti di comunicazione.

venerdì 22 novembre 2019

Io li chiamo i "figli dei preservativi rotti".....

mi chiedo sempre più spesso come l'algoritmo di Facebook  sia programmato a "ragionare" e  gestire le criticità del social.....

Accade che  mi venga segnalato un mio post a Facebook  qualche giorno fa nel quale riportava:

"Venerdì 22 novembre per chi mi vorrà conoscere stringermi la mano, offrirmi un caffè, confessarsi, insultarmi vis a vis (non per i leoni da tastiera)proporsi per una notte hot....picchiarmi. Sarò alla Mostra Ornitologica Di Reggio Emilia".



Il posto viene segnalato in 
MATERIA DI NUDO O ATTI SESSUALI.


Ehhhh con tutto ciò che girà in Facebook di foto di ogni genere il post viene segnalato per nudo o atti sessuali.... robe da matti direbbe la mia amata nonna.

richiedo ovviamente l'analisi del post:



Secondo voi chi potrebbe essere l'artefice di tale deficienza tralasciando il povero algoritmo programmato chissà da chi e in che modo?






sabato 9 novembre 2019


Storie di Lomellina......

Un pomeriggio a Sant'Albino a Mortara.....

Video di Simone Tabarini.


VIDEO

La spinta di vivere una relazione più completa a 360° con il proprio pappagallo è............


sempre più forte, perchè si è maggiormente sensibili a migliorare la vita dei nostri amici-pappagalli che sono con noi. 
Il volo libero, meglio conosciuto come “FREE FLIGHT” anche nel nostro Paese si è largamente diffuso ed è sempre più presente in ogni nostra regione d’Italia: molto spesso vediamo, nei vari gruppi delle piattaforme Social, pappagalli in volo libero, spesso purtroppo a discapito della loro sicurezza .

Sapientoni e finti esperti si trovano in ogni situazione e ambiente: ovviamente anche l’ambiente “pappagallaro” non è immune a questa piaga; ed ecco che basta mettere in volo un pappagallo per titolarsi "esperti" e mettersi ad insegnare. Peccato che poi si assiste a vere e proprie battute di ricerca dei propri pappagalli per campi, cascine, alberi per giorni e notti. 

Sapientoni ed esperti  volano senza alcuna forma di sicurezza come ad esempio GPS e telemetria, mettendo a rischio la vita dei pappagalli ...per poi finire a cercare tra gli alberi, palazzi, condomini ed utilizzare i Social per inserire post di ricerca.

I trainer insegnano il rispetto verso il pappagallo: il volo in sicurezza sempre perchè, purtroppo la fortuna o il “volo a culo” non sono mai una certezza né tanto meno una sicurezza e quando decidiamo di mettere in volo un pappagallo dobbiamo impegnarci, SEMPRE, ad abbattere il più possibile i rischi che inevitabilmente con il volo libero con i nostri amici-pappagalli si presentano.


Quando decidete di seguire un percorso di volo libero con il vostro compagno alato chiedete alla persona a cui  vi affidate quanti pappagalli ha messo in volo, chiedete cosa ne pensa del volo libero in sicurezza, non abbiate paura di fare domande, andate a vedere come vola, con che specie vola...e se vola in sicurezza.



POI DECIDETE.


Buon volo.